Perché Marte è rosso?

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Scoperta
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti

Recentemente ci è stato chiesto perché Marte è rosso. Ora, dopo un po’ di lavoro e di ricerca, speriamo di darvi una risposta soddisfacente a questa domanda.

Marte è spesso chiamato il pianeta rosso. Marte deve il suo colore al ferro arrugginito che copre la sua superficie come polvere. I ricercatori non sono ancora d’accordo sulla ragione della presenza di ferro arrugginito su Marte.

Una teoria è che una volta c’era molta acqua su Marte e che quest’acqua ha sciolto il ferro dagli strati di roccia, causando la ruggine. Si pensa che i meteoriti caduti su Marte possano spiegare parte del ferro.

Ferro e acqua causano il colore rosso di Marte?

In generale, i ricercatori ritengono che il colore rosso di Marte sia dovuto al minerale ematite, che contiene ferro. L’opinione generale degli scienziati planetari è che il contatto con l’acqua abbia fatto emergere questo minerale dalla magnetite scura attraverso l’ossidazione.

Tuttavia, alcuni scienziati del Mars Simulation Laboratory di Aarhus (Danimarca) hanno dimostrato il contrario nel 2009:

Hanno presentato che l’ematite magnetite potrebbe arrugginire anche senza acqua. Tutto è iniziato con il pensiero che la superficie di Marte deve essere nera. Dopo tutto, è in gran parte composto da basalto. Il pensiero che Marte avesse un passato ricco d’acqua giustificava il colore rosso del pianeta. Ma forse è qui che si trova l’errore di ragionamento.

I ricercatori danesi hanno quindi preso sabbia di quarzo e magnetite e hanno fatto una simulazione. La miscela di sostanze è stata agitata meccanicamente per mesi in contenitori chiusi. Furono sorpresi di vedere l’ematite rossastra formarsi dalla magnetite, senza alcuna influenza dell’acqua.

In breve, i ricercatori hanno ipotizzato che ciò fosse dovuto a processi chimici derivanti da collisioni tra i grani di quarzo e la magnetite.

La tesi degli scienziati di Aarhus è che il pianeta Marte ha raggiunto il suo colore rossastro in poche centinaia di migliaia di anni, proprio a causa di questo processo chimico di quarzo e magnetite senza acqua. Durante questi millenni, è stata prodotta abbastanza polvere rossa da spiegare il colore rosso.

Presenza attuale di acqua su Marte

Indipendentemente dal fatto che la teoria dei ricercatori danesi dell’epoca sia corretta e dal perché Marte sia o sia diventato rosso, ora sono state scoperte grandi riserve di acqua su Marte.

Alla fine di luglio 2018, i ricercatori italiani hanno scoperto un enorme lago su Marte contenente acqua in forma liquida. Questo deposito sotterraneo è lungo circa venti chilometri. Situato sotto uno strato di ghiaccio, è il più grande accumulo di acqua liquida mai scoperto su Marte!

Si trova al polo sud di Marte, 1,5 chilometri sotto la superficie. Tuttavia, a temperature stimate a meno 68 gradi Celsius, ci sono indicazioni che quest’acqua deve essere salata, secondo i ricercatori spaziali. Questo non è un criterio di esclusione per nessuna forma di vita.

Si presume anche che questa non sia la più grande acqua su Marte. È probabile che molti di questi depositi d’acqua appariranno in futuro grazie alla tecnica applicata. Finora sono stati trovati solo grandi depositi.

Conclusione sulla colorazione rossa di Marte

Sia per ossidazione che per collisione costante dei grani di quarzo con la magnetite, senza acqua. È certo che il nostro vicino pianeta Marte deve il suo colore rosso alla polvere rossa di ferro sulla sua superficie.

Altre teorie sul colore rosso di Marte potrebbero emergere in futuro, in relazione alla scoperta di altri depositi di acqua. Non vediamo l’ora di saperne di più.

Lascia un commento